LOGIN IT | EN | ES  
Fabriano Turismo: logo Fabriano Turismo: header
  Home Mappa del sito News Link IAT Fabriano Area riservata
spacer
Fabriano ่ un comune amico del turismo itinerante
spacer
Le Terre del Gentile
•  Fabriano e la valle del Giano
•  La Via Medioevale
•  Monastero di Fonte Avellana
•  L'antico sentiero dei borghi rurali
•  L'Alta Valle dell'Esino
Pievi Abbazie e Monasteri
Enogastronomia
•  Prodotti
•  Produttori
•  Ricette della tradizione
•  La via del gusto
•  Le ricette degli Chef
L'Opera dell'uomo
•  Museo della Carta e della Filigrana
•  Museo del Pianoforte Storico e del Suono
•  La Pinacoteca "Bruno Molajoli"
•  Musei
•  Teatri
•  Archeologia del territorio
Appennino Bike Park
•  Sassoferrato in MTB
BeeFabriano Mobile
spacer
spacer
 L'Opera dell'uomo > Archeologia del territorio > GENGA
Ittiusauro Le principali testimonianze si riferiscono ai siti rinvenuti all’interno delle cavità naturali di cui il territorio della Gola del Sentino è particolarmente ricco per la sua conformazione geologica: le prime frequentazioni risalgono infatti al Paleolitico ed i siti più noti sono quelli di Grotta del Prete e Grotta del Fiume, dai quali provengono interessanti reperti litici e faunistici (tra cui un esemplare di orso bruno). Ancora nell’età del bronzo alcune grotte venivano frequentate ed hanno restituito molti materiali archeologici (soprattutto ceramica): si ricordano grotta del Mezzogiorno, dei Baffoni e del Santuario, le cui testimonianze arrivano sino all’età romana. Al proto-villanoviano risale la necropoli ad incinerazione di Pianello di Genga, le cui urne sono visibili, oltre che nel Museo di Ancona, anche nel Museo Speleo-paleontologico e archeologico di San Vittore recentemente allestito vicino l’abbazia, con un ricco apparato didattico. È diviso in tre sezioni archeologica, speleologica e paleontologica, e quest’ultima conserva il noto Ittiosauro risalente al Giurassico, rinvenuto nei pressi di Genga Stazione.
Ulteriori informazioni...

spacer
built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.