LOGIN IT | EN | ES  
Fabriano Turismo: logo Fabriano Turismo: header
  Home Mappa del sito News Link IAT Fabriano Area riservata
spacer
Fabriano ่ un comune amico del turismo itinerante
spacer
Le Terre del Gentile
•  Fabriano e la valle del Giano
•  La Via Medioevale
•  Monastero di Fonte Avellana
•  L'antico sentiero dei borghi rurali
•  L'Alta Valle dell'Esino
Pievi Abbazie e Monasteri
Enogastronomia
•  Prodotti
•  Produttori
•  Ricette della tradizione
•  La via del gusto
•  Le ricette degli Chef
L'Opera dell'uomo
•  Museo della Carta e della Filigrana
•  Museo del Pianoforte Storico e del Suono
•  La Pinacoteca "Bruno Molajoli"
•  Musei
•  Teatri
•  Archeologia del territorio
Appennino Bike Park
•  Sassoferrato in MTB
BeeFabriano Mobile
spacer
spacer
 Le Terre del Gentile > La Via Medioevale > Chiese e monumenti di Serra San Quirico
affresco di San Paterniano (particolare)Sulla riva destra del fiume Esino è situata l’ Abbazia di S. Elena, fondata da S. Romualdo tra il 1005 e il 1009 come cenobio femminile. In seguito fu occupata dai monaci e nel XII secolo veniva considerata una delle più pregiate Abbazie della Vallesina sia nel campo sociale che civile ed anche per i suoi ricchi possedimenti che giungevano fino a Camerino, Osimo e Senigallia. All’inizio del XIX secolo l’Abbazia fu soppressa da Napoleone. All’esterno si può ammirare il portale due-trecentesco che presenta una singolare ornamentazione zoomorfa e fitomorfa.
Sotto uno sperone roccioso è situata S. Angelo del Pino, la più antica delle chiese di Serra San Quirico. Edificata tra il VI e il IX secolo, è stata ricostruita nel 1834.
Camminando lungo Corso del Popolo, si erge la Chiesa Plebale di Serra S. Quirico, dedicata ai martiri Quirico e Giuditta. Sorta inizialmente come una semplice cappella, si ampliò poi fino ad avere influenza religiosa su tutta la zona.
Adiacente alla piazza della Libertà si trova la Chiesa di S. Filippo Neri, che presenta interessanti decorazioni come il classico portale d’ingresso e l’intaglio della cantoria, opera dello scultore Gaudezio Santucci di Ostia.
Un esempio di autentico barocco è la Chiesa di S. Lucia, che vanta un altare in marmi policromi del 1739. Nel complesso monumentale della chiesa oggi ha sede la Cartoteca storica regionale.
Nella parte alta del paese, presso il Cassero, si trovava la Chiesa del Buon Gesù con l’annesso convento. Fu fondata dalla clarissa suor Alessandra Sabini; oggi il monastero è trasformato nella “Casa di Riposo Nostra Signora dell’Orto”.
Di fronte alla primitiva parrocchia di S. Maria di Loreto, è possibile ammirare la Chiesa “Cuore Immacolato di Maria”, dove è presente una statua in legno raffigurante il “Cuore Immacolato di Maria”; l’intaglio è di Luigi Santifaller di Ortisei.
Tra i monumenti è sicuramente da prendere in considerazione il Castello di Rotorscio, che si trova a Castellaro. In passato fu un forte militare per la sua posizione, mentre oggi costituisce un punto panoramico di rilevo. La chiesetta del castello è dedicata a San Sebastiano.


spacer
built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.