LOGIN IT | EN | ES  
Fabriano Turismo: logo Fabriano Turismo: header
  Home Mappa del sito News Link IAT Fabriano Area riservata
spacer
Fabriano ่ un comune amico del turismo itinerante
spacer
Le Terre del Gentile
•  Fabriano e la valle del Giano
•  La Via Medioevale
•  Monastero di Fonte Avellana
•  L'antico sentiero dei borghi rurali
•  L'Alta Valle dell'Esino
Pievi Abbazie e Monasteri
Enogastronomia
•  Prodotti
•  Produttori
•  Ricette della tradizione
•  La via del gusto
•  Le ricette degli Chef
L'Opera dell'uomo
•  Museo della Carta e della Filigrana
•  Museo del Pianoforte Storico e del Suono
•  La Pinacoteca "Bruno Molajoli"
•  Musei
•  Teatri
•  Archeologia del territorio
Appennino Bike Park
•  Sassoferrato in MTB
BeeFabriano Mobile
spacer
spacer
 Le Terre del Gentile > L'Alta Valle dell'Esino > Esanatoglia
Il castello di Esanatoglia, posto sul pendio di un colle da cui si apre la Valle dell’Esino,vigila silenzioso quei luoghi dove scorre il fiume Esino che si snoda tra rocce affioranti e vallate da un verde intenso. Le mura castellane che ancora cingono il Borgo, delimitate dall’Esino, a sua volta regolamentato da duecentesche briglie in pietra, necessarie a proteggere l’abitato ed a permettere l’utilizzo dell’acqua per le attività prima dei vasari e poi dei conciapelli, creano una particolare suggestione ed un forte connubio tra l’opera dell’uomo e la forza della natura. La città, a lungo contesa tra Matelica e Camerino, divenne nel XIII secolo dominio di Camerino. Due importanti personaggi stanno alle sue origini: “Santa Anatolia”, patrona della città e “San Cataldo”, compatrono acquisito, che la leggenda vuole salvatore dell’abitato avendo fermato con tre dita un grosso masso staccatosi dalla sommità del Monte Consegno, sul quale si erge l’eremo a lui dedicato. Conserva parecchie case medioevali su cui è possibile osservare le famose “tre porte”: l’ingresso normale dell’abitazione, l’ingresso della vita o degli sposi e la “porta del morto” che veniva aperta solo per far passare il defunto. Dal punto di vista religioso meritano una certa attenzione: la Chiesa della Pieve, romanica nella struttura e con un portale del XIII secolo; la Chiesa di S. Maria di Forte Bianco, che conserva un affresco attribuito ad Allegretto Nuzi(XIV sec.).

spacer
built with Fastportal3 by FASTNET S.p.A.